LETTERATURA EROTICA


Cari lettori….oggi vi faccio un riassunto delle mie lezioni di letteratura italiana moderna xkè credo sia molto interessante;contenuti hard ke erano proibiti,qndi si usavamo metafore e figure retorike,infatti l’argomento del corso è la letteratura erotica;nel corso tratteremo anke i Capitoli erotici di F.M.Molza(di cui parlerò dopo) ….leggete:
La letteratura erotica nasce nel ‘500! Possiamo dire ke l’inventore della letteratura erotica è Berni !(è anke vero ke le metafore a sfondo sessuale ci sono state fin dal ‘300 con Boccaccio…ma sono passate in secondo piano).Tornando al Molza ke vi avevo citato sopra…scrisse 3 capitoli erotici:1) "I fichi",2)"ode dell’insalata",3)lode alla "scomunica". Scommetto ke dai titoli avete già capito…vabbè io spiego lo stesso:l’autore con "i fichi" in realtà vuole intendere "la fica",descrive comunque il fico come una "cosa" dolce(c’è un motivo se dico "cosa" e non frutto…ve lo spiegerò dopo).All’interno di questo capitolo inserisce una novella: il protagonista è lui stesso ke va da una prostituta o meglio metresse;quest’ultima aveva in mano un cestino di fichi e lui le kiese quale fosse secondo lei la cosa più dolce al mondo…appena risponde:"secondo me i fichi" si intromette un pedante,diciamo pure uno sciocco(ke dovrebbe simboleggiare un omosessuale che di fichi,o meglio di fike non se ne intende x niente..(e quì scatta anke la battuta:"non ci capisce un fico secco!"ihihih)e ke appunto dice ke il frutto + dolce secondo lui non è x niente il fico!!!!
Nel 2° capitolo-l’ode dell’insalata—>beh x insalata si intende la parte bassa del corpo femminile dalla vulva al sedere.
Nel 3° capitolo invece loda "la scomunica"—->x scomunica si intende il rapporto omosessuale passivo sodomitico;lo lodeva xkè è un piacere ke va al di là del genere,al di là del normale e caratteristico rapporto sessuale.
Il lessico usato è un lessico comune.Nella letteratura erotica sono presenti meccanismi di sostituzione ottimistica,cioè se si doveva usare un termine osceno si poteva sostituire con una parola lecita lasciando cmq intendere il vero significato…mi spiego meglio,questi meccanismi sono 4: 1)somiglianza tra i significati(composto da metafore e sinonimi).Le metafore più conosciute sono fondate sulla somiglianza delle forme(x esempio i frutti di forma sferica e tutto ciò ke è sferico simboleggia il sedere;vari pesci tra cui l’anguilla simboleggiano il fallo);metafora di funzioni:la metafora è bastata su oggetti con una funzione particolare(es.scarpe,vestito,gonna,stivale sono oggetti ke ricevono qualksa cioè il corpo:tutto ciò ke abbiamo appena detto è metafora del fallo ke riceve la vulva).Inoltre esistono oggetti ke li accorpano entrambi(forma+funzione)—->es. spada,coltello,lancia,bastone…hanno una simigliarità di forme(la sua forma stretta e lunga simboleggia il fallo) e simigliarità di funzione(la loro funzione è quella di penetrare come il fallo).Altre metafore invece consistono nella formazione di tratti mistici(es.l’alloro è una pianta ke non dà frutti….sterile come un rapporto sodomitico…qndi simboleggia sedere e sodomia).
Abbiamo parlato di metafore…ora parliamo di sinonimi= sono parole o espressioni ke si possono usare anke in senso generico,e quì ritorniamo sul punto iniziale di "cosa"…es.faccenda/cosa—->qsti termini si riferiscono a un rapporto sessuale…qnte volte sentiamo dire tra ragazzi:"com’è andata la faccenda?"oppure "hai comprato quella cosa importante ke ti ho detto"?sottointeso il preservativo…o ankora sempre in un racconto privato tra ragazzi"… qndo abbiamo fatto quella cosa è stato stupendo!";spesso nella lingua parlata si usa anke un dimostrativo(questo/quello/quella x intendere sempre l’organo sessuale maskile/femminile).
2)contiguità tra i significati  (metonimia e sineddoche).La metonimia è determinata da una contiguità causale/temporale/spaziale.Contiguità causale: effetto x la causa(x es. il danno è l’effetto di qlksa ke è successo–>x danno si può intendere anke quello a livello fisico,qndi riferito ankora al rapporto sodomitico xkè avviene un vero e proprio danno,dolore fisico..proprio xkè questo rapporto prevede una preparazione psicologica e fisica da parte di entrambi,x es la penetrazione deve essere dolce e lenta nn è facile come il normale rapporto sessuale).Contiguità temporale:una data cosa mi può ricordare un oggetto osceno xke mi ricorda qlksa nel tempo…x es. viene presa in considerazione la pioggia….cosa mi può ricordare a livello sessuale?le mestruazioni(tant’è ke mia nonna ke è calabrese x dire"hai le mestruazioni?" dice "ki kiova?"(kè piove?))…qndi possiamo dire ke l’inverno è metafora di periodo mestruale.In primavera ed estate c’è mancanza di piogge,qndi nessun periodo mestruale.Inoltre le mestruazioni sono importanti xkè in quel tempo era una scusa x avere rapporti in sodomia evitando di sporcarsi..Contiguità spaziale: contiguità dove si esplicita il contenente x il contenuto x es. con il termine bottega nel linguaggio parlato si intende anke il cavallo dei pantaloni,la cerniera…e qndi rappresenta il pene.La gonna può essere la metafora della vulva (sia x metonimia ke x metafora).
Sineddoche= la parte x il tutto—-> il canestro è un contenitore di forma tonda(ricordiamo ke la sua forma simboleggia il sedere)e può essere usato x parlare dell’omosessuale(del cinedo=ragazzino omosessuale ke riceve rapporto sodomitico passivo);è una sineddoke xkè può essere anke una donna…e tutto ciò può anke valere x essa. Il concreto x l’astratto= asciutto/bagnato è la contrapposizione tra ano e vulva xkè quest’ultima ha le secrezioni vaginali,cosa ke non ha l’ano xkè è secco.Il concreto può essere la terra(ke di x sè è secca)—>ano…in contrapposizione come astratto abbiamo l’acqua (secrezioni vaginali—>vulva).
3)Somiglianza tra i nomi: in varie novelle e capitoli erotici viene citato il Monte Ficale(da fica…qndi riferito ankora alla vulva).Monte Morello,dal nome ci riporta al moro,qlksa di scuro e nascosto…come l’ano.Nel 1° capitolo erotico di Molza sui fichi troviamo il Bucintoro ke è una nave ma il nome ci riporta a "buco" qndi ano.
Somiglianza tra i nomi può anke non rigurardare gli iponimi ma anke nomi di uso quotidiano tipo il "cacio"(in fiorentino "cascio"),al nord si pronuncia il "cazo",ke è molto simile alla parola "cazzo"usata in un linguaggio comune basso…qndi il pene.Anche la parola "Torta",come suono somiglia a "torto" ke ci riporta al danno,aun rapporto doloroso qndi ankora a quello sodomitico.
Nella lett.erotica le dimensioni de fallo non erano molto importanti o meglio era + lodato il fallo di dimensioni ridotte,piccolo insomma xkè consente molto più facilmente il rapporto contro natura(sodomitico),inoltre era un rapporto dell’intellettuale,della persona colta ke è di larghe visioni e va oltre la normalità e la routine del normale rapporto sessuale…mentre il contadino,nella sua ignoranza,non potrebbe pensare a nessun’altro rapporto oltre quello normale.
Una cosa ke invece in lett.erotica non viene mai descritta è il rapporto orale xkè rovinerebbe la figura della donna,come se fosse skiavizzata…e inoltre si sporkerebbe il viso,il seno..e nn è bello a vedersi,xkè la donna deve essere sempre bella,dolce e tenera.

Beh ke ne dite…è piacevole la letteratura erotica? a me piace soprattutto xkè le ore di qsta materia passano velocemente rispetto alle altre!!ihih…

A presto…kiss
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...